Religioni su un terreno comune ("Religions on a common ground") (1580)

In Italy by

22Feb2017

Il progetto Fare Spazio s’inserisce nello spazio pubblico, come occasione per pensare l’aggiunta culturale dei nuovi migranti. Una serie di Incontri duali metterà a confronto ricercatori ed esponenti culturali di matrice “occidentale” (filosofi, teologi, giornalisti, rappresentanti di istituzioni internazionali) con studiosi ed esperti provenienti da altre tradizioni, aperti alla creazione di una cultura inedita.

From 6:00pm until 8:00pm

At Sala Ajace

Piazza della Libertà, Udine

Università degli Studi di Trieste / Regione Friuli Venezia Giulia

Partecipano: Yahya Pallavicini imam e vicepresidente della Comunità Religiosa Islamica Italiana Michael Deeb delegato permanente all’ONU e promotore generale di Giustizia e Pace dell’Ordine dei Predicatori (Domenicani) Barbara Henry filosofa politica, Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa Religioni su un terreno comune Le nuove migrazioni segnano linee di frattura nel mondo che conosciamo, disorientandoci. Anche le religioni s’incrociano su terreni divenuti indistinti: ad esempio, là dove vi erano soltanto cristiani, ora abitano anche musulmani. Su uno stesso terreno le diverse religioni vengono interpellate sui valori (come la pace e la dignità personale) e sugli ostacoli (violenze, fanatismi). Tra tutti i credenti c’è una parola comune da scoprire e a cui ispirarsi? Questo incontro pone in dialogo due autorevoli rappresentanti delle religioni islamica e cristiana. Già le biografie dei due ospiti attestano la complessità, che supera ogni schema: l’imam è italiano-giapponese, il padre domenicano è sudafricano d’origine. Una filosofa, attenta studiosa delle religioni, condurrà la conversazione. On Facebook see also: https://www.facebook.com/FareSpazio16/

Return to event list